Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Un bambino è ciò
che di più bello c’è
nella vita di una comunità.
Lui è il segno
che la linea della vita
non si esaurisce, non finisce.
E chi pone fine a quel filo
che tante vite lega a se stesso
non può altro che dirsi
colpevole.
Ma non dell’omicidio
di quel bambino e basta.
Lui sa che
mette in forse la sua vita.
Mette un braccio del suo corpo
dentro un pozzo per avvelenarlo.
E arriva così a due risultati:
La sete per la sua gola
desiderosa di bere il futuro,
e la fine della sua forza,
di quel sostegno
che il tempo richiede
inevitabilmente, per tutti.